logo
 CHI SIAMO |  CANALI |  IN ONDA |  NEWSLETTER |  SCRIVICI
  
LAVORO SICURO E SALUTE IN FABBRICA
La web radio della Cgil
La tv del centenario della Cgil
Inca Lombardia
Caaf Cgil Lombardia
Associazione Archivio del Lavoro
Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Multimedia Lavoro
Festilav2011
La tv della Cgil
 
USA: Teenager al Lavoro: i rischi reali (OSHA 2005)
In tutto il mondo, quasi 250 milioni di bambini, circa uno ogni sei bambini tra i 5 ei 17, sono coinvolti nel lavoro minorile. I bambini possono essere trovati in quasi ogni settore economico. Tuttavia, a livello globale, la maggior parte di loro lavorano in agricoltura (70%). Circa 2,4 milioni di adolescenti di età compresa tra 16 e 17 anni ha lavorato negli Stati Uniti nel 2006. Statistiche sull'occupazione ufficiali non sono disponibili per gli adolescenti più giovani anche se è noto che lavorano, soprattutto in ambienti agricoli. Nel 2006, negli Stati Uniti, 30 giovani sotto i 18 sono morti per infortuni sul lavoro nel 2003, si stima che siano stati trattati 54.800 infortuni sul lavoro e malattie tra i giovani con meno di 18 anni di età nei reparti di emergenza degli ospedali. I Rapporti dell'Istituto Nazionale per la Sicurezza e la salute degli USA stima che solo un terzo di infortuni sul lavoro arrivino nei reparti di emergenza, quindi è probabile che circa 160.000 giovani abbiano infortuni sul lavoro e malattie professionali ogni anno. Il più alto numero di decessi dei lavoratori adolescenti si verificano nei lavori agricoli e dei servizi commerciali, secondo i dati recenti. In tutta Europa, dai 18 ai 24 anni di età hanno almeno il 50% in più di probabilità di subire un infortunio sul lavoro rispetto ai lavoratori con più esperienza. Il secondo maggior numero di morti sul lavoro tra il 1993 e il 1997 tra i lavoratori di età inferiore ai 18 anni si è verificato nel commercio al dettaglio (ad esempio, ristoranti e negozi al dettaglio). Tra il 1992 e il 2000, il 63% di queste morti erano dovute a aggressioni ed atti violenti, molti dei quali sono stati omicidi. Gestire la cassa, lavorare da soli o in piccoli numeri, e lavorare a tarda sera e nelle prime ore del mattino può contribuire a incorrere negli omicidi nei luoghi di lavoro [NIOSH 1996a]. Nel 1998, più della metà di tutti gli infortuni non mortali legati al lavoro per i giovani lavoratori si è verificato in commercio al dettaglio, oltre il 60% dei quali sono stati negli esercizi per mangiare e bere. I tagli sono il tipo più comune di lesioni trattate nei reparti di emergenza, seguite da ustioni nel mangiare e bere e contusioni, abrasioni e graffi. I pericoli più comuni nei ristoranti includono l'utilizzo di coltelli per preparare il cibo, la gestione dell’olio caldo da friggitrici, lavoro vicino a superfici calde, scivolare sui pavimenti bagnati o unti. Inoltre, taluni tipi di macchine vietate per l'uso dalle vigenti leggi sul lavoro minorile si trovano comunemente nei negozi al dettaglio. Affettatrici, presse, carrelli elevatori, miscelatori pasta e pastella, e macchine per tagliare il pane. I giovani lavoratori possono scegliere di usare macchinari sconosciuti per dimostrare la responsabilità, l'indipendenza, o la maturità, o possono essere istruiti a farlo da parte di un datore di lavoro che non è a conoscenza delle leggi sul lavoro minorile o sceglie di ignorarle. L'Occupational Safety and Health Administration (OSHA) all'interno del US Department of Labor (DOL) è l'agenzia federale con la responsabilità primaria per stabilire e far rispettare le norme per promuovere condizioni di lavoro sicure e salutari per tutti i lavoratori. I datori di lavoro hanno la responsabilità di acquisire familiarità con le norme applicabili ai loro stabilimenti e di garantire un ambiente di lavoro sicuro. L'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute gioca un ruolo chiave negli sforzi per ridurre gli infortuni e malattie tra i giovani a lavorare conducendo e sostenendo la scienza per orientare gli sforzi di prevenzione, diffusione dei risultati. (TheFilmArchive)

Autore: Link Esterni
Data: 30/03/2012
Visualizzazioni: 1571

Share
TuttiI più vistiI più recenti
Copyright 2010 © CGIL Lombardia. Tutti i diritti sono riservati |  C.F. 94554190150  |  Area Riservata rss feed
Powered by Sintel s.r.l.