logo
 CHI SIAMO |  CANALI |  IN ONDA |  NEWSLETTER |  SCRIVICI
  
NO ALLA MAFIA
La web radio della Cgil
La tv del centenario della Cgil
Inca Lombardia
Caaf Cgil Lombardia
Associazione Archivio del Lavoro
Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Multimedia Lavoro
Festilav2011
La tv della Cgil
 
Presidente Martin Schulz: Facciamo un pacco alla camorra
Il comitato Don Peppe Diana e la Nuova Cooperazione Organizzata, orgogliosi ed emozionati condividono con tutti i protagonisti di questa esperienza diventa collettiva le bellissime parole del presidente del parlamento europeo On. Martin Schulz proiettate in un videomessaggio il 27 novembre nella sede del parlamento europeo. Vogliamo ricordare a tutti i cittadini che è richiesta un impegno, uno sforzo per voltare pagina. Acquistare un pacco alla camorra è il modo migliore per contribuire allo sviluppo di un'economia sociale come antidoto a quella criminale. Bruxelles - 27 novembre 2012 Intervento dell’On. Martin Schulz: "Cari amici di "Prima Persona Bruxelles", Cari membri del Comitato Don Peppe Diana, Onorevoli Gianni Pittella e Rita Borsellino, è un onore per me e per il Parlamento europeo, che la vostra iniziativa "Facciamo un pacco alla camorra" arrivi oggi a Bruxelles, e mi dispiace non poter essere con voi questa sera. In qualità di Presidente del Parlamento europeo, vorrei prima di tutto esprimere la mia gratitudine per il coraggio di tutti i cittadini italiani, che combattono contro un male che può essere sconfitto. La vostra nobile lotta a camorra, mafie e a tutte le forme di criminalità organizzata può avere successo. Il vostro impegno non è solo un modello per i cittadini italiani, ma per tutti gli europei, perché si tratta di una lotta per difendere i nostri valori fondamentali: la giustizia, l'onestà, la solidarietà. Lavorare la terra confiscata alla mafia è probabilmente il più bel segno di contraddizione che si può esprimere. Poiché si sta seminando speranza dove c'era l'abuso, la solidarietà dove c'era la violenza, la vita dove c'era la morte. E' molto importante che le istituzioni locali, nazionali ed europee, dicano forte e chiaro, che siano dalla vostra parte, che non siete soli. Se siamo tutti insieme, siamo forti. Per questo motivo, la vostra lotta è la nostra lotta. Il Parlamento sostiene la vostra iniziativa di stasera e sta lavorando su alcuni strumenti essenziali per affrontare la criminalità organizzata oltre i confini nazionali. Uno dei punti di forza della mafia è quella di essere una organizzazione globalizzata. La nostra lotta, anche, deve essere a livello europeo e mondiale. Tra le iniziative in discussione, vi è una proposta fondamentale sul congelamento e la confisca dei proventi di reato nell'Unione europea. I miei colleghi della commissione per le libertà civili stanno lavorando su di esso, compresa la possibilità di riutilizzare i beni confiscati a fini sociali, come è nella legge italiana. Questa legge, in Italia, è stato il risultato di un combattente e instancabile Pio La Torre autore della prima legge antimafia in Italia. Don Peppe Diana, l'ispiratore della vostra associazione, è stato anch'egli un combattente instancabile, ucciso nella sua chiesa e morto "per amore del Suo popolo". Sia Pio La Torre che Don Peppe Diana sono morti, ma la loro lotta è viva e forte, grazie all'impegno di persone come voi. Il miracolo dei prodotti che crescono di nuovo su quelle terre è la migliore vittoria contro chi aveva pensato che la barbarie e la paura poteva vincere. Grazie a voi: la vita, la solidarietà, la giustizia stanno vincendo. Grazie per aver scelto il Parlamento europeo per condividere la vostra esperienza incredibile." (NuovaCooperazioneOrganizzata)

Autore: Link Esterni
Data: 28/05/2013
Visualizzazioni: 1166

Share
TuttiI più vistiI più recenti
Copyright 2010 © CGIL Lombardia. Tutti i diritti sono riservati |  C.F. 94554190150  |  Area Riservata rss feed
Powered by Sintel s.r.l.